Matera è una delle città più antiche del mondo il cui territorio custodisce testimonianze di insediamenti umani a partire dal paleolitico e senza interruzione fine ai nostri giorni. Matera è la città dei Sassi, ed è stata inizialmente proclamata Patrimonio dell’Unesco nel 1993 e candidata a Capitale Europea della Cultura 2019.

Sul versante del Belvedere di Murgia Timone in fondo al quale scorre il torrente Gravina, da cui si gode una vista sulla città, adagiata sui due anfiteatri naturali del Sasso Caveoso e del Sasso Barisano con al centro lo sperone della Civita, l’antica città medievale nella quale troviamo il Duomo di Matera

Sasso Caveoso è caratterizzato oggi da un aspetto antico soprattutto nella zona finale che confluisce in Via Casalnuovo. E’ una parte che si sviluppa prevalentemente con abitazioni quasi completamente scavate nella roccia e perlopiù rimaste intatte rispetto al passato.

La grande Piazza omonima, con la chiesa di San Pietro Caveoso, permette di ammirare il panorama della Gravina e la schiera di case e grotte, arroccate le une sulle altre e attraversate dalla strada principale, Via Bruno Buozzi.

Nel Sasso Barisano si trovano, invece, le chiese rupestri di San Nicola dei Greci, con i suoi bellissimi affreschi duecenteschi, e della Madonna delle Virtù, risalente all’ XI-XII secolo.